contradictio.de

Kritik an Ideologien, Aufklärung über populäre Irrtümer, Kommentare zum Zeitgeschehen

GS Italiano: Giuridicamente equiparata (all’uomo), stimata moralmente e trattata male: La donna nel capitalismo

Von • Apr 30th, 2021 • Kategorie: International

 

Gegenstandpunkt Italiano (26.04.2021):

 

Giuridicamente equiparata (all’uomo), stimata moralmente e trattata male: La donna nel capitalismo

[Traduzione dell’articolo: Die Frau im Kapitalismus, GegenStandpunkt 4-19]

 

Pur avendo raggiunto da tempo l’equiparazione giuridica all’uomo e pur rappresentando la maggioranza dei diplomati, per di più con i migliori voti, e in alcuni corsi di studio universitari la maggioranza degli studenti, anche se hanno conquistato ambiti lavorativi noti per essere dominio degli uomini, le donne continuano ad essere discriminate ed oggetto di soprusi sessuali. Le attiviste che lottano contro questa discriminazione e per l’equiparazione tra i generi rimproverano al mondo maschile di non rispettare l’autodeterminazione e il ruolo della donna consapevole di sé e di rimanere fermo ad un vecchio modo di pensare ruoli di genere ormai superati. Con la loro richiesta di rispetto – in politica, nell’opinione pubblica, in ambito accademico – sfondano una porta aperta. A prescindere dai circoli conservatori che rimangono attaccati all’immagine della famiglia tradizionale e dalle figure dominanti del gangsta rap, non vi è alcuna voce che non riconosca tanto di cappello alle donne in quanto membri della società che godono di valore, di capacità di autodeterminazione e di qualifica professionale. Dappertutto ci sono delegati per la parità di genere, incentivi per le donne e cattedre femminili. Nelle Università, negli ambienti di sinistra e in alcune istituzioni, la politica di genere è già diffusa: si pretende che attraverso la modifica dei vocaboli e della grammatica in ogni frase, in cui ne va di un soggetto umano, si pensi in modo particolare alla donna e le si renda omaggio.[ 1 ]

Da cosa dipende il fatto che questa forte e generale volontà non porti dei gran cambiamenti nelle discriminazioni sociali, nelle offese, nelle aggressioni e nei soprusi che le donne subiscono? Da cosa dipende il fatto che la morale ufficiale sia così diversa da quella vissuta? In altre parole: i pregiudizi cui sono esposte le donne, i ruoli sociali cui sono vincolate non hanno forse motivi più solidi delle deformazioni caratteriali di molti uomini?

 

I. La perdurante posizione d’inferiorità nella carriera e nel mondo del lavoro

 

II. La cultura del sopruso – e il suo fondamento nella famiglia

III. Il pubblico costume – un’oggettività sociale

IV. La pretesa del rispetto

 

 

https://it.gegenstandpunkt.com/La-donna-nel-capitalismo_gs20194.html

 

https://it.gegenstandpunkt.com/La-donna-nel-capitalismo_gs20194.pdf

 

 

 

Juristisch gleichgestellt, moralisch geachtet, schlecht behandelt: Die Frau im Kapitalismus (GS 4-19)

 

Frauen genießen reichlich öffentlichen Respekt. Das passt wunderbar:

nämlich dazu, dass das weibliche Geschlecht mit jeder Menge sozialen Benachteiligungen und einer regelrechten Kultur persönlicher, sogar sexueller An- und Übergriffe zu tun hat. Woher soziale Schlechterstellung von und private Übergriffigkeit gegen Frauen kommen, wieso die Gegenkultur des besonderen Respekts dazu gehört, also nichts daran ändert, erklärt dieser Artikel …

 

https://de.gegenstandpunkt.com/artikel/frau-kapitalismus

Leave a Reply